DE...scrivere

La cultura non è un lusso, è una necessità.

Il nuovo iPhone 5 e il sistema iOS 6

Pubblicato su 5 Ottobre 2012 da Desirée Nocentini in WEB & TECNOLOGIA

 

San Francisco. In concomitanza con la presentazione dell’ iPhone5, Apple mostra ai suoi utenti-fan le nuove funzioni di iOS 6, l’ultima versione del sistema operativo per dispositivi mobili già annunciato alla WWDC di giugno . Scaricabile gratuitamente e disponibile in Italia dal 19 settembre, iOS 6 è supportato dal nuovissimo iPhone 5 (in vendita in Italia a partire dal 28 settembre), iPhone 4, iPhone 4S, iPhone 3GS,e dai modelli di iPad e iPod Touch posteriori a settembre 2010, che includono iPad 2, Nuovo iPad e iPod Touch di quarta e quinta generazione. Va tuttavia specificato che alcune funzioni (Siri, Fly over 3D nelle Mappe) sono supportate solo da iPhone 5, 4S e dall’ultimo iPad.

 

Download

È possibile scaricare iOS 6 con due modalità. La prima permette di effettuare il download con iTunes tramite Mac (o personal computer), mentre la seconda possibilità prevede l’aggiornamento in wi-fi con il proprio dispositivo portatile Apple attraverso il menù Impostazioni - Generali - Aggiornamento software assicurandosi che l’apparecchio sia collegato alla presa elettrica o abbia un livello di batteria di almeno il 60%. Qualunque sia la modalità di download scelta, è necessario fare un backup prima dell’aggiornamento. Il download durerà circa un’ora e per i primi giorni si prevedono problemi a causa dell’alto flusso di utenti.

 

Jailbreak

Purtroppo iOS 6 avrà alcuni blocchi. Se si possiede un dispositivo con jailbreak, aggiornando il sistema con iOS 6 certe funzionalità, come ad esempio Cydia, andranno perse. Niente paura comunque: questi blocchi sono arginabili con l’apposita jailbreak Grant Paul, nota anche come chpwn, pronta per essere rilasciata a breve nonostante la disapprovazione di Apple.

 

Preparazione dispositivi

Per ottenere le migliori prestazioni possibili da iOS 6, il dispositivo mobile deve essere privo di jailbreak e possedere la versione di  iTunes 10.7, scaricabile dal sito della Apple. Oltre a questo è opportuno eseguire alcune operazioni preliminari come effettuare la pulizia dei dispositivi dalle applicazioni non utilizzate cercando di ordinare le restanti in cartelle senza affollare troppo la home page. Si consiglia inoltre di effettuare  una copia di backup per avere la possibilità di ripristinare il sistema precedente qualora l’installazione di iOS 6 non andasse a buon fine. Per farlo si può usare iTunes da Mac (o personal computer) selezionando Backup dal menu che appare cliccando col tasto destro del mouse sul nome del dispositivo, o in alternativa tramite iCloud seguendo il percorso Impostazioni - iCloud - Archivio - Backup - Esegui backup adesso. Dopo l’installazione di iOS 6 alcune applicazioni potrebbero avere bug e problemi di compatibilità con il nuovo sistema operativo, che saranno via via risolti con appositi fix. È anche prevista la possibilità di tornare al vecchio sistema operativo, anche se questa soluzione è consigliata solo ad utenti esperti data la difficoltà del downgrade.

 

Novità

Oltre a numerosi miglioramenti grafici, sono più di 200 le nuove funzioni presenti in iOS 6. Qui descriveremo le principali ma l’elenco completo può essere consultato sul sito ufficiale Apple, dove viene indicata anche la disponibilità delle varie funzionalità a seconda dello stato di provenienza.

 

Mappe e viabilità

Grazie anche alla grande pubblicità sull’argomento, la novità più attesa è la nuova applicazione Mappe, che taglia ogni legame con Google Maps e propone mappe vettoriali progettate direttamente da Apple. Tali mappe saranno disponibili nel classico 2D e anche in 3D (ma solo per le principali aree urbane), quest’ultimo reso possibile dall’uso di una cartografia vettoriale esterna e al nuovo sistema Flyover per la visualizzazione interattiva tridimensionale. Grazia alla costante integrazione con l’assistente virtuale Siri, l’utente potrà inoltre ottenere indicazioni stradali e condizioni della viabilità in tempo reale proprio come un navigatore vocale. L’attivazione di questa funzione può avvenire pronunciando la dicitura “indicami la strada per (nome della strada) o attraverso l’applicazione Mappe. Nonostante il grande risalto dato alle mappe marcate Apple, gli utenti stanno riscontrando incongruenze anche piuttosto rilevanti (il giardino Airfield -Irlanda- è indicato come aeroporto ad esempio), senza contare l’assenza di funzioni come Street View e Viabilità presenti nell’applicazione di Google. Per ovviare a questa carenza è tuttavia possibile installare applicazioni esterne ai due colossi, come iFindView, OpenMaps, StreetViewer o Maps+. Se nonostante questi accorgimenti l’utente preferisse tornare a Google Maps lo può fare in qualsiasi momento: basterà accedere a Safari tramite l’iPhone, collegarsi a maps.google.com e acconsentire alla richiesta del sistema di aggiungere un’icona alla home page.

Siri

Il sistema iOS 6 apporta miglioramenti anche a Siri, il famoso assistente virtuale di casa Apple, che sarà finalmente supportato anche dall’ultima generazione di iPad e iPod Touch, oltre all’usuale iPhone 4S e al nuovissimo iPhone 5. Grandi anche le novità geografico-linguistiche con l’introduzione di nuovi Paesi (Italia, Spagna, Svizzera, Canada, Cina, Hong Kong, Corea, Taiwan), nuove lingue (italiano, spagnolo, mandarino, cantonese, coreano e spagnolo statunitense) e nuovi layout di tastiera per tedesco, francese, arabo, turco, catalano e islandese. Siri non ha studiato solo le lingue e grazie ai maestri Apple adesso è un valido aiuto in caso cercaste informazioni utili su argomenti quali sport (partite di campionato con relativi orari, formazioni, risultati e classifiche dei principali sport mondiali - calcio, basket, baseball, football, hockey - ma anche storia dello sport e statistiche sugli atleti attuali e passati), cinema (trailer, trame, orari degli spettacoli, critica cinematografica, biografie e filmografie di attori), ristorazione e intrattenimento (locali e ristoranti della propria zona, recensioni, foto e prenotazioni). Per attivare Siri l’utente deve seguire il percorso Impostazioni - Generali - Siri e premere il tasto centrale del dispositivo mobile per circa 2 secondi; una volta attivato, Siri risponderà alle vostre domande o posterà i vostri messaggi sui social network preferiti semplicemente attraverso un comando vocale. Inizialmente è probabile che Siri non capisca le vostre richieste, ma il problema è risolvibile toccando il testo della domanda e correggendolo, permettendo così a Siri di acquisire nuovi termini. Siri non soddisfa solo i bisogni intellettuali ma anche quelli più pratici come svegliarsi in tempo al mattino grazie agli ordini impartiti al vostro assistente, ma non esagerate e siate rispettosi perché Siri non tollera le parolacce ed è programmato per rispondervi a tono. Tra le nuove funzioni di Siri in modalità Bluetooth c’è inoltre un’icona che mostrerà all’utente il mezzo di trasmissione audio (dispositivo o bluetooth) con la possibilità di passare dall’uno all’altro con un semplice tap sull’icona.

Facebook

Maggior spazio anche ai social network: in iOS 6 infatti Facebook è integrato in modo da permettere un facile accesso agli utenti e una rapida condivisione di contenuti multimediali (foto, video e siti web) con tanto di grado di visibilità dei post. Tali contenuti possono essere presi dalle cartelle personali, Safari, Siri, App Store, iTunes, Centro notifiche e Game Center. Grazie a questa integrazione con Facebook, iOS 6 permette di visualizzare nel proprio Calendario gli eventi presenti su Facebook. iOS 6 permette inoltre la condivisione di streaming di foto selezionate, visibili dai propri amici (nelle applicazioni iPhoto, Immagini o Apple TV), i quali potranno lasciare commenti e votare le foto. A causa della rottura con Google e con grande stupore dei melafan, è stata eliminata l’applicazione di YouTube, che può essere tuttavia scaricata in modo gratuito dalla rete.

Telefono e FaceTime

Tre nuove opzioni riprese da Mountain Lion 10.8 (attivabili dal menù Impostazioni)migliorano ulteriormente la gestione delle chiamate, evitando di essere contattati nel cuore della notte o da persone indesiderate attraverso un sistema di filtraggio delle telefonate che si basa sull’esigenza di mantenere sempre accesi i dispositivi Apple. Grazie a ‘Non Disturbare’ l’utente può decidere di ricevere solo chiamate provenienti da numeri selezionati (o da chiunque purché chiami 2 volte nell’arco di 3 minuti).  Con l’opzione ‘Rispondi con messaggio’ l’utente può invece scegliere di rifiutare le chiamate rispondendo con un messaggio preimpostato, che può essere cambiato in qualsiasi momento seguendo il percorso Impostazioni - Telefono - Rispondi, rendendo più piacevole il rifiuto di chiamata che, diciamolo, è sempre fastidioso. Utile anche l’opzione ‘Ricordamelo più tardi’ per non perdere traccia delle chiamate che sono state rifiutate. L’applicazione Messaggi permette di pre-impostare la tastiera in base alla lingua dei singoli interlocutori evitando di cambiare manualmente la lingua ogni volta. Apple ha migliorato anche le chiamate FaceTime, che oltre alla rete WI-Fi sfrutta ora anche le reti mobili 3G o 4G, rendendo disponibile questa funzionalità anche per iPhone. Tra le nuove opzioni di Face Time inoltre, è possibile trasferire le chiamate (e video chat) Face Time al numero iPhone verso un iPad o un iPod touch.

E-Mail

Nuove funzionalità anche per le mail, con segnali di allerta personalizzabili in base all’account o ai contatti, casella mail VIP per visualizzare in modo semplice e veloce la posta proveniente da contatti selezionati, possibilità di inserire contenuti multimediali durante la digitazione del testo attraverso un touch prolungato sulla videata (questo farà apparire la dicitura "copia-incolla" e con le frecce si può scorrere il menù fino a "inserisci foto e video"). Altre novità sono il blocco/abilitazione delle notifiche di account e contatti selezionati e la firma personalizzata in formato HTML per ogni singolo account di posta, da creare con Mac o personal computer, inviare tramite e-mail e incollare nelle impostazioni. C’è poi l’app ‘Pull to refresh’: premendo alcuni secondi sull’icona “nuova e-mail” sarà possibile scegliere se eliminare la mail o salvarla nelle bozze, e infine premendo sull’icona a bandiera si può contrassegnare una mail come ‘non letta’.

Safari

Il browser di Apple, Safari, avrà una visualizzazione orizzontale a schermo intero su iPhone e iPod touch, pannelli iCloud che mostrano le pagine aperte su ogni dispositivo e prestazioni JavaScript più elevate. Nell’ottica di una maggiore indipendenza di Apple circa i prodotti della concorrenza, la barra di ricerca è cambiata presentando un’anonima dicitura ‘Cerca’ al posto dei nomi dei motori di ricerca più comuni. Selezionando inoltre un collegamento RSS, il sistema aprirà un’applicazione per leggere i feeds se il dispositivo ne è in possesso; in caso contrario si chiederà all’utente se desidera cercare tale applicazione all’interno dell’App Store. C’è inoltre una novità chiamata Tabs iCloud, che consente agli utenti di visualizzare le schede aperte in Safari su tutti i dispositivi iOS e Mac semplicemente cliccare l'apposito tasto Tabs iCloud

Accessibilità e privacy

Funzioni migliori anche per l’accessibilità grazie all’AssistiveTouch e allo zoom studiati per ipovedenti e non vedenti, nonché al supporto per apparecchi acustici, ma anche la possibilità di bloccare specifiche funzioni, novità vista di buon grado da genitori e amministratori societari per limitare l’accesso di figli e dipendenti. Anche la privacy è garantita in modo più efficace grazie a numerosi controlli su Contatti, Immagini, dati trasmessi via bluetooth, promemoria e attività di calendario. Le impostazioni di privacy sono rintracciabili dall’utente seguendo il percorso impostazioni - Privacy, mentre si potrà disabilitare il tracciamento del dispositivo per scopi pubblicitari mirati attraverso il percorso Impostazioni - Generali - Info - Promozione (un po’nascosto... ma c’è!)

 

Promemoria e orologio

Migliorata anche la visualizzazione dei promemoria delle attività future, che ora saranno visibili anche durante la navigazione in rete in un cerchio rosso collocato in alto a sinistra della videata. Inoltre si può aggiungere la localizzazione o un’allerta a un nuovo promemoria prima di confermare il nome del promemoria selezionando ‘invio’. Oltre che per l’iPhone, con iOS 6 l’applicazione orologio sarà disponibile anche per iPad. Inoltre questa funzionalità permette di impostare la sveglia con una canzone presa dalla propria libreria di iTunes.

Fotocamera

Con iOS 6 sarà possibile fare foto panoramiche seguendo il percorso Fotocamera-Opzioni-Panoramica e muovendo il proprio dispositivo ( solo iPhone 4S, iPhone 5 e iPod Touch) seguendo le indicazioni di velocità che appaiono sul display. La freccia centrale inoltre, permette di orientare il panorama a piacimento.

Passbook

Questa nuova applicazione di iOS 6, disponibile su iPhone e iPod touch, permette di unire tante piccole attività come il check-in all’aeroporto, o usare i buoni per la spesa. In un’unica funzione così,  possiamo conservare biglietti aerei o ferroviari, carte di credito, tessere fedeltà, coupon, ingressi a teatro o cinema, svuotando le tasche da numerose tessere e promemoria e organizzando il tempo degli utenti.

Bluetooth e Geofencing

L’ultima versione dell’ iPhone sarà dotato di Bluetooth 4.0, versione conosciuta anche col nome di Smart Bluetooth, per la sua rapidità nello stabilire connessioni riducendo lo spreco di batteria.  Si può attivare o disattivare il Bluetooth direttamente dalla schermata principale attraverso il menù Impostazioni. Ulteriormente potenziata in iOS 6 anche la funzionalità Trova i miei amici, che permetterà ora di ricevere avvisi che localizzano i movimenti dei propri amici in una zona pre-impostata (geofencing). Sarà anche possibile fare l’operazione contraria, ovvero comunicare la propria posizione agli amici.

Audio e Musica

Per quanto riguarda l'audio, nella voce Impostazioni - Generali -Accessibilità - barra per regolare l'audio, compare un segno "|" che indica il centro e il nuovo IPhone 5 avrà anche la funzionalità “notte fonda" studiata per chi si addormenta ascoltando musica: per accedervi bisogna seguire il percorso Impostazioni - Musica - EQ.

Aggiornamenti e Manuale per gli utenti

Per aggiornare le applicazioni o scaricarne di nuove con iCloud non ci sarà più bisogno di inserire la propria password di identificazione e l’utente non sarà più rinviato in automatico alla home page dopo aver installato nuove applicazioni da App Store, che saranno contrassegnate con fiocchi blu per migliorarne la visibilità. Il manuale completo per iOS 6 (e iPhone 5), per ora disponibile solo in inglese, è scaricabile in PDF dal sito ed occupa soltanto 13,5 MB. Divisa in 33 capitoli, la guida è molto articolata ma piuttosto intuitiva e quindi di facile comprensione.

Confronto e test prestazioni

Macworld ha effettuato alcuni test comparativi tra il nuovo iOS 6 e iOS 5, ovviamente su vari dispositivi Apple (tranne iPhone 5, forse è troppo presto), per decretare se davvero il nuovo sistema operativo sia più veloce e prestante. iOS 6 risulta essere molto più veloce nel caricamento delle pagine, su tutti gli iDevice testati. Da iPhone 4 al nuovo Ipad, tutti hanno acquistato velocità nella navigazione. Passiamo al caricamento di Javascript: ovviamente iOS 6 garantisce prestazini migliori. iPhone 4S, iPad 2 e nuovo iPad sono più vloci el 20%. iPhone 4 invece ha un + 17% di velocità. L'ultimo test riguarda i frame al secondo, dove le barre più allungate rappresentano ovviamente risultati migliori. In questo caso pare proprio che iOS 5 offra risultati leggermente migliori rispetto a iOS 6.

Commenta il post

monica c. 10/05/2012 18:34

caspita, le informazioni non mancano...