DE...scrivere

La cultura non è un lusso, è una necessità.

Linkin Park

Pubblicato su 27 Febbraio 2012 da Desirée Nocentini in MUSICA

 

LinkinPark

 

L'inizio di un sogno

Nel 1996, a Los Angeles, il rapper, chitarrista e tastierista Mike Shinoda, il chitarrista Brad Delson ed il batterista Rob Bourdon, studenti al liceo, formarono i SuperXero. Il bassista Phoenix e il dj Hahn entrarono invece nel gruppo ai tempi dell’università, e a loro si unì anche il cantante Mark Wakefield che l’anno dopo lasciò la band. Sostituito con Chester Bennington, gli Xero cambiarono nome in Hybrid Theory e nel 1999 arrivarono anche i primi concerti e il contratto con la Warner, che li costrinse a cambiare nome. Bennington suggerì Lincoln Park, nome che usarono finché, registrando il loro dominio internet, si accorsero che il sito esisteva già e lo cambiarono in linkinpark.com.

Nel 2000 uscì il primo album, Hybrid Theory, che contiene il singolo In the End, canzone che li consacra al successo mondiale e proprio per avvicinarsi ai fan nasce nel 2001 il Linkin Park Underground, il fan club ufficiale per discutere su un forum, ricevere informazioni sul gruppo e accedere alla prevendita di materiale inedito, tra cui una serie di album, uno per ogni anno da Hybrid Theory EP nel 2001 a LP Underground X: Demos nel 2010.

L'apice del successo

Nel 2003 esce il secondo album in studio, Meteora, il cui titolo si ispira ad alcuni monasteri greci, e il CD/DVD Live in Texas, contenente video e brani delle loro tappe per il Summer Sanitarium, a Houston e a Dallas, mentre è di fine 2004 Collision Course, l’album realizzato per MTV in collaborazione con Jay-Z e contenente mash-up di alcune loro canzoni, per cui si aggiudicano uno dei numerosi premi della loro carriera. Il loro terzo album, Minutes to Midnight, uscito nel2007 diventa in poco tempo disco d'oro e di platino e nello stesso anno esce anche il secondo live: Road to Revolution. È del 2010 il quarto album in studio, A Thousand Suns che rispetto ai precedenti presenta una maggiore influenza elettronica, proponendo una versione più orecchiabile del genere metal per cui sono stati spesso criticati.

Tra i numerosi premi vinti dai Linkin Park ricordiamo il World Music Awards nel 2003 (Miglior gruppo rock), gli American Music Awards del 2004, 2007, 2008 (miglior gruppo alternativo), 2 Grammy Awards nel 2002 e nel 2006, rispettivamente per la miglior interpretazione hard rock (Crawling) e la miglior collaborazione con un artista rap (Numb/Encore), 5 MTV Europe Music Awards di cui 3 come miglior gruppo rock nel 2002, 2004 e 2007, e 2 come miglior esibizione nel 2009 e 2010 e 3 MTV Video Music Awards, come miglior video rock per le canzoni In the End, Somewhere I Belong e Shadow of the Day.

 

 

Commenta il post