DE...scrivere

La cultura non è un lusso, è una necessità.

The italian job

Pubblicato su 25 Febbraio 2012 da Desirée Nocentini in CINEMA & TV

SCHEDA DEL FILMitalian job

Titolo: The Italian Job

Nazione: Stati Uniti

Anno: 2003

Durata: 111 min

Genere: azione

Regia: F. Gary Gray  

CAST

Mark Wahlberg (Charlie Croker), Charlize Theron (Stella Bridger), Edward Norton (Steve Frazelli), Donald Sutherland (John Bridger), Seth Green (Lyle "The Real Napster"), Jason Statham ("Handsome" Rob), Mos Def (Left Ear), Franky G (Wrench)

TRAMA

Un gruppo ladri professionisti, guidato da John Bridger e e dal suo pupillo Charlie Croker mette a segno un colpo da 35 milioni in lingotti d'oro rubando una cassaforte da un palazzo di Venezia e svuotandola sott'acqua per non farsi scoprire. Al momento della spartizione però, Steve Frazelli, uno dei membri della banda, ruba i lingotti e uccide John Bridger, mentre Charlie Crocker e i compagni riescono a fuggire negli Stati Uniti. L’anno dopo Charlie rintraccia Steve a Hollywood e convince Stella, figlia di John che apre casseforti per la polizia e per testarne la sicurezza, a lasciare la legalità e unirsi al gruppo per vendicare la morte del padre. Dopo un primo colpo fallito, Charlie scopre che Steve trasferirà l'oro con dei furgoni blindati e decide di fare un secondo colpo all'italiana, simile al furto di Venezia, facendo svanire furgoni e lingotti sotto l’asfalto e portandoli via con 3 Mini. Steve tenta di riavere l’oro, ma viene catturato dalla mafia ucraina che lo stava cercando per delle faccende in sospeso mentre la banda si gode il bottino.

RECENSIONE

Ottimo il cast, in particolare Edward Norton che nella parte del cattivo fa sempre la sua figura. La Mini è troppo utilizzata ma senza dubbio movimenta il film quando è impiegata negli inseguimenti in auto, spettacolari soprattutto considerando che sono stati girati quasi sempre senza controfigura, a tale scopo infatti, il regista Gary Gray ha fatto prendere lezioni di guida agli attori per renderli capaci di girare le scene. Belli anche gli inseguimenti in barca, per cui sono stati richiesti permessi speciali alle autorità veneziane a causa della velocità dei veicoli. Il film ha vinto un ASCAP Award 2004 come Top Box Office Films e un Taurus World Stunt Award 2004 come Best Specialty Stunt.

Remake dell’omonimo film del 1969, il film manca di originalità (come quasi tutto il cinema hollywoodiano degli ultimi anni) e risulta spesso prevedibile, tanto che persino dal trailer si deduce che Steve è il traditore. Negativa anche l’insistenza sulla Mini che rende il film simile a uno spot pubblicitario, con i suoi effetti speciali esagerati che hanno il solo scopo di distrarre lo spettatore dall’inconsistenza dei dialoghi.

 

Commenta il post

FRANCESCOFOREVER 03/02/2012 12:35

Bellissimo, fantastico, adrenalinico... e Charlize Teron.......wow......